parallax background

Aspettami!

Come si sceglie un libro per bambini: ecco cosa devi sapere
aprile 25, 2017
Un orso è finito sul mio sgabello preferito
aprile 29, 2017
 

Aspettami!

Dai 12 mesi
Komako Sakai, Hatsue Nakawaki - Babalibri

D i solito funziona così. Quando entro in libreria non ho mai un’idea precisa di quello che voglio, del piccolo tesoro che mi porterò a casa. Varco la soglia come se entrassi in un luogo magico, inizio a girare tra gli scaffali e piano piano mi perdo tra storie, copertine colorate, draghi, lupi e (ovviamente) bambini. A volte gironzolo e basta, solo per il piacere di annusare e respirare l'aria della libreria: me la immagino impregnata di storie e di personaggi e mi godo la piacevole sensazione di una passeggiata tra pagine e disegni. La maggior parte delle volte però, qualcosa attira la mia attenzione: una volta è un titolo, un'altra un'illustrazione, altre ancora una frase. E mi fermo di colpo davanti a un libro.

 
20170429_132405_001
 


È successo anche con "Aspettami!". In uno dei miei girovagare tra gli scaffali, all'improvviso, mi è caduto l'occhio su un libricino cartonato: per un attimo mi è sembrato di vedere il viso della mia piccola Anna. Se ne stava lì su quella copertina con le sue guanciotte rosse, i riccioli di capelli dietro le orecchie e il nasino a patata. Inseguiva una lucertola, un piccione, un gatto. A tutti diceva: "Aspettami!", ma tutti scappavano via appena lei si faceva più vicina. Sfogliavo il piccolo libro e mi sembrava di sentirla a ogni pagina con la sua voce dolce e curiosa: "Aspettami!". Ancora oggi, ogni volta che prendo questo dolcissimo libro in mano cerco le somiglianze tra la mia bambina e quella disegnata nelle pagine. Inutile dirlo: io questo albo illustrato lo adoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>