parallax background

Ciao Cielo

dicembre 7, 2017
Prova a dire Abracadabra!
dicembre 7, 2017
Gastone
dicembre 23, 2017
 

Ciao Cielo

Dai 3 anni
Dianne White, Beth Krommes - il Castoro

A nche la descrizione di un temporale può diventare poesia. Come? Attraverso la magia dei libri, capaci di trasformare con forme e parole qualcosa di ordinario in qualcosa di straordinario.

Siamo in estate ed è una bellissima giornata di sole "Nuvole al burro, vento di velo. Zucchero azzurro, su bianco cielo". Una bambina si diverte a saltare la corda in giardino, mentre il fratellino la guarda divertito e la mamma stende il bucato. Ma all'improvviso "il tempo cambia, nuvole arrivano. Vento si arrabbia, freddo da brivido". E' l'inizio di un temporale. "Giù tuoni! Giù lampi! Giù cose tremende! Giù pioggia su pioggia, su pioggia che scende". Tutti di corsa in casa, non prima di aver messo al sicuro gli animali della fattoria.

 
ciao cielo
 

Il brutto tempo sembra non voler finire mai. Ma ecco che di colpo la scena cambia di nuovo "il vento è meno, la pioggia è fine. Gocciola piano, poi goccioline". Tornano timidi i raggi del sole. Sono gli ultimi istanti di luce, la giornata sta per finire. Il sole tramonta e lascia il posto al cielo notturno. "Stelle che tremano, gocce d'incanto. Oro su nero, notte d'argento".

Le illustrazioni sono bellissime. Contorni ben definiti e tracciati di nero danno vita a immagini forti e delicate allo stesso tempo che riescono in un compito difficile: rendere visibile la bellezza delle parole. Parole che per la traduzione italiana sono state affidate alla sensibilità di un grande raccontastorie, Bruno Tognolini.

 
ciao cielo2
 

Se pensate che un albo del genere non piaccia ai bambini perché troppo "poetico", vi sbagliate. Io l'ho letto a scuola ai piccoli di tre anni al nido e la loro reazione mi ha stupita. Immobili con gli occhi fissi sul libro e la bocca spalancata, sono rimasti ad ascoltarmi per tutto il tempo. E alla fine mi hanno detto: "Leggilo ancora!".

Comments are closed.

//]]>