parallax background

Cinque libri da leggere al pancione

ottobre 15, 2018
Cinque libri per bambini sui cavalli
ottobre 7, 2018
 

Cinque libri da leggere al pancione



L a scienza ancora oggi non sa dire con precisione cosa sentano i bambini quando sono nella pancia: gli ultimi studi sostengono addirittura che nei nove mesi della maternità i piccoli non siano in grado di sentire pressoché niente, solo dei rumori confusi. Tuttavia le mamme, istintivamente, sono portate a parlare con i loro piccoli dentro il pancione e se non ci sono prove che questo sia utile per i futuri neonati, sicuramente fa bene alle gestanti. Perché quindi non aggiungere a questo piccolo rituale anche quello della lettura di storie? Ecco i nostri consigli per cinque libri da leggere a voce alta in gravidanza al pancione.

1. La prima volta che sono nata di Vincent Cuvellier Charles Dutertre, Sinnos

Un libro dolcissimo che racconta in modo semplice, onesto e delicato tutte le prime volte che ognuno di noi affronta nella vita. La prima volta in cui apriamo gli occhi, in cui vediamo papà. La prima volta che riceviamo una coccola, in cui diciamo una parola. La prima volta in cui ci innamoriamo. La prima volta in cui sentiamo un cuore battere dentro di noi, ma che non è il nostro. La prima volta in cui nasciamo per la seconda volta.


 
61Rswq3MhXL
 

2. Piccola Orsa - Jo Weaver , Orecchio acerbo

E' la storia di un viaggio, quello di una piccola orsa e della sua mamma che le insegna a vivere. Perché la genitorialità è un viaggio da fare in due, dove le fermate sono le tappe della vita e i luoghi sono fatti di tutti quei semplici momenti in cui si scopre il mondo. Grande Orsa mostra a Piccola Orsa come essere gentili con gli amici, come giocare durante le lunghe giornate d'estate, come pescare e nuotare, come arrampicarsi sugli alberi. Sempre insieme lungo tutte le stagioni della vita.

 
9788899064198_0_0_1005_75
 

3. Mammalingua. Ventuno filastrocche per neonati e per la voce delle mamme di Bruno Tognolini e Pia Valentinis, il Castoro

Ventuno filastrocche, una per ogni lettera dell'alfebeto, da sussurrare al proprio bambino nella pancia e nei primi mesi di vita quando le giornate non hanno orari e scorrono lente, quando ci si deve ancora conoscere bene, quando tutto è nuovo e non sai che nome dare alle cose. E' un libro da sfogliare, da leggere, da recitare, da cantare. Le parole del testo sono rivolte alle mamme, ma il suono è tutto per i bambini che ne ascoltano la voce. Quella voce che li accompagna mentre si addormentano, si cambiano, piangono, giocano, crescono

 
51BdktAtoGL._SY370_BO1,204,203,200_
 

4. Mamme in sol di Francesca Borgarello e Roberta Angaramo, collana zero-tre Franco Cosimo Panini

Non si tratta di un libro tradizionale, piuttosto di un cofanetto con sedici schede. Ogni scheda contiene una canzone diversa: una per il momento della nanna, per quello della pappa, per giocare insieme. Ma anche semplicemente per divertirsi e iniziare a conoscere il mondo che ci circonda. Le schede sono tutte illustrate e colorate e contengono anche dei preziosi consigli: uno per la mamma, in cui si sottolinea l’importanza dei gesti di accudimento, della voce, della presenza materna; uno per il bambino con suggerimenti in pillole per favorire il benessere dei piccoli; e uno pratico con tante idee per coccolare il proprio piccino. Su internet è possibile trovare la versione cantata delle filastrocche riportate sulle schede per avere ancora qualche spunto in più.

 
91qNvxub6gL
 

5. Si può dire senza voce di Armando Quintero e Marco Somà, Glifo Edizioni

Tutti gli animali hanno una voce con cui possono dimostrarsi affetto e dirsi cose carine. Il cane abbaia. I cuccioli rispondono. Il gatto miagola e i gattini anche. E così l'elefante, la pecora e la gallina: tutti comunicano attraverso i suoni con i propri cuccioli. Mamma giraffa, invece, di voce non ne ha. Come può quindi dire alla sua piccolina "Ti voglio bene"? Semplice: con il linguaggio dei sorrisi, degli abbracci e delle carezze. Perché ci si può amare senza dire neanche una parola. E si sa, la dolcezza è contagiosa, e allora ecco tutti i cuccioli degli animali alla prese con questo nuovo linguaggio, più semplice, diretto e davvero universale.

 
81LwxKrks5L

Comments are closed.

//]]>